FAQ

La prima visita è il passo più importante nella nostra relazione e l'abbiamo suddiviso in due sedute nel nostro studio.

Per la prima volta, consigliamo di venire nello studio dieci minuti prima dell'appuntamento per conoscervi, rilassarvi in una conversazione confortevole e compilare un questionario medico in base al quale apriremo una vostra cartella dei denti.

La prima visita consiste in un esame dentale dettagliato nell'ambito del quale esamineremo i denti, le strutture di supporto e le mucose. Creeremo e analizzeremo un'immagine panoramica della mascella per identificare eventuali cambiamenti nella struttura ossea. Dopodiché realizzeremo il tuo "clone digitale" utilizzando il nostro protocollo fotografico e video. Faremo una serie di fotografie del viso, dei denti e della bocca, nonché brevi video di movimenti funzionali che rivelano potenziali problemi nell'articolazione della mascella, nei muscoli del sistema masticatorio, ecc. In base ai dati raccolti, i nostri odontoiatri eseguiranno un'analisi dettagliata della vostra salute e della funzione.

Nella seconda seduta, vi presenteremo e spiegheremo in dettaglio lo stato attuale salutario e funzionale, suggeriremo un piano terapeutico, con riferimenti finanziari ed il piano di visite ottimali. Questo è il momento in cui parliamo di tutto, rispondiamo a tutte le domande e troviamo soluzioni per qualsiasi situazione.

Di piu' sui prezzi della prima visita potete trovare qui'.

Le visite dal dentista e la loro frequenza dipendono dalle condizioni in bocca.

Un approccio individuale a ciascun paziente, basato su una diagnosi approfondita delle condizioni attuali e l'impostazione di un piano completo per la soluzione, ci consente di dividere la terapia in semplici passi, in base alle priorità di salute, funzione ed estetica. In base alle vostre esigenze e capacita' adatteremo le visite, senza compromettere la qualità.

Dopo aver finito con la terapia, raccomandiamo una visita due volte l'anno - per un controllo e la rimozione de tartaro.

Spazzolando in modo errato o irregolare, la placca si accumula attorno ai denti ed è ricca di batteri. Questi microrganismi sono responsabili della distruzione dello smalto dei denti e della creazione della carie dentale. La placca si indurisce con il tempo e, in associazione con l'accumulo di minerali di saliva, forma il tartaro, che è responsabile dell'infiammazione della gengiva e del decadimento delle strutture portanti del dente. Se non trattato, il tartaro può anche causare la perdita dei denti.

Per combattere la formazione del tartaro, sarebbe necessario lavarsi i denti due volte al giorno, pulire gli spazi interdentali con spazzole interdentali e occasionalmente sciacquare la cavità orale con collutorio. Sfortunatamente, l'igiene dentale eseguita a casa non può rimuovere completamente il tartaro, quindi si consiglia di pulirlo ogni 6 mesi presso un odontoiatra.

La pulizia del tartaro dentario viene eseguita in più fasi: rimozione meccanica del tartaro con l'aiuto del ultrasuono, sabbiatura e depigmentazione, lucidatura della superficie del dente e rivestimento con smalto. La decalcificazione viene eseguita con anestesia superficiale e non rappresenta un grave disagio per il paziente.

Consigliamo di rimuovere il tartaro due volte l'anno in modo che il tartaro non causi gravi danni ai denti e alle strutture circostanti. È anche un'opportunità per il dentista di controllare le condizioni dell'intera bocca e determinare se si è verificata una nuova carie durante questo periodo.

No. Con la rimozione del tartaro proteggiamo lo smalto dalla carie batterica e il processo di decalcificazione stesso non danneggia lo smalto. Lo smalto dentale può essere distrutto da batteri formati su placche e depositi di calcare che, producendo acidi, corrodono la sua superficie.

Subito - non c'è motivo di aspettare con un pasto o una bevanda dopo la pulizia del tartaro. Noterete immediatamente che i denti sono più lisci e che il cibo non si attacca su di loro come quando avevano depositi di calcare. Sui denti puliti dal tartaro, la manutenzione dell'igiene e' molto piu' semplice. Dopo la pulizia, il respiro è più fresco e il scompare del tutto l'odore sgradevole del mattino.

Sebbene il filo interdentale sia diventato un complemento comune alla normale spazzolatura dei denti, per l'igiene orale domestica, e una manutenzione più efficace degli spazi interdentali, ora esiste una soluzione ancora migliore: gli spazzolini interdentali.

Con le loro setole spesse, gli spazzolini interdentali rimuovono completamente il cibo residuo dagli spazi che sono fuori dalla portata di uno spazzolino convenzionale. Tuttavia, a differenza del filo interdentale, non danneggiano le gengive con la loro applicazione meccanica e la gengiva rimane stabile senza processi infiammatori causati da shock.

Poiché gli spazzolini interdentali sono disponibili in diverse dimensioni, chiedete al dentista la prossima volta che visiterete per aiutarvi a scegliere lo spazzolino più adatto. Sarete sorpresi di quanto l'igiene domestica possa essere più efficace!

L'endodonzia o il trattamento canalare dentale è una branca dell'odontoiatria che si occupa del trattamento dell'infiammazione del canale radicolare. Questo è anche noto come "estrazione del nervo", in cui, a causa dell'infezione del nervo dei denti all'interno dei canali radicolari, si accede alla devitalizzazione del dente, il nervo dentale viene rimosso, il canale radicolare viene pulito ed dilatato ed il farmaco viene inserito. Dopo aver trascorso un tempo determinato di guarigione, il canale viene riempito con otturazioni permanenti per impedire ai batteri di penetrare all'interno della radice.

Se la carie non viene trattata in modo tempestivo, i batteri della carie e i loro prodotti distruggono i tessuti dentali duri: smalto e dentina. La scomparsa dello smalto e della dentina consente loro di penetrare liberamente nel nervo dentale (polpa), causando infiammazione (pulpite) seguita da ipersensibilità a stimoli caldi e freddi, dolore e persino gonfiore del viso nell'area dentale interessata. Questa condizione può essere trattata con antibiotici, oltre alla chirurgia endodontica.

Attraverso il processo endodontico, ci sforziamo di conservare il dente in modo che, sebbene devitalizzato, possa continuare a svolgere la sua funzione per lungo tempo. Grazie all'attrezzatura all'avanguardia e all'approccio individuale, il trattamento dentale consente ai pazienti di conservare i denti in modo che, sebbene devitalizzati, possano continuare a svolgere la loro funzione per lungo tempo.

Dopo aver fatto l'otturazione si puo' mangiare subito. Le otturazioni o le otturazioni in composito sono realizzate in un materiale che, nel processo di sigillatura stesso, viene polimerizzato ad alta resistenza mediante polimerizzazione. Grazie a ciò, un dente con un nuovo riempimento è attualmente in grado di resistere alle forze di masticazione e non possono influire sulla qualità del riempimento stesso.

Ciò a cui si deve prestare attenzione quando si mangia dopo questa procedura è la durtata dell'anestesia. L'effetto dell'anestesia durerà per qualche tempo dopo la fine della procedura, quindi bisogna fare attenzione a non mordere incoscientemente il labbro o la guancia "intorpidita".

La corona non è necessaria su tutti i denti trattati, ma molto spesso a tali denti manca una grande porzione della struttura del dente che sostituiamo con un riempimento: otturazione. Se sostituiamo una grande area del dente con solo un sigillo, la possibilità che si rompa aumentata. La corona in ceramica proteggerà il dente naturale e distribuisce la trasmissione delle forza durante la masticazione.

Inoltre, la radice del dente, che viene devitalizzato in questa procedura, alla fine diventa fragile e soggetta a screpolature. Per preservarlo, installiamo un supporto in vetroceramica, che lo fissa ulteriormente.

Le corone in ceramica sono "coperture" - sostituti funzionali ed estetici che vengono cementati su un dente naturale precedentemente limato. Le corone proteggono quindi, rafforzano ed esteticamente correggono il dente su cui sono cementate. Allo stesso modo, le corone si attaccano agli impianti o sostituiscono completamente un dente mancante, dove insieme alle corone sui denti adiacenti limati, formano un'entità chiamata ponte.

A differenza delle corone, per le faccette non devono essere limati i denti naturali o ridotti al minimo. Sono caratterizzate da un'elevata estetica e resistenza e sono più comunemente utilizzate per correzioni funzionali minori, come la chiusura del diastema o per ragione estetica, come lo e' lo scolorimento dei denti.

Al Dentorium le corone sono generalmente realizzate completamante in ceramiche o in zirconio-ceramica .

Le corone in ceramica sono realizzate in pura ceramica. La loro caratteristica è l'estetica perfetta che è resa possibile dalla loro proprietà come la traslucenza e la trasparenza, il che significa che - come un dente naturale - trasmettono o rriflettono la luce, dando l'impressione di naturalezza e giovinezza.

Le corone in zirconio-ceramica sono realizzate con base in zirconio di alta qualità, realizzata in laboratorio, tecnica CAD-CAM macchina-computer e rivestite con ceramica. Sono molto solide e caratterizzate da biocompatibilità e come tali sono ideali per quasi tutte le condizioni.

Per ponti più grandi e corone dentali sui denti laterali (posteriori), le corone in metallo-ceramica sono una scelta eccellente perché tollerano forze occlusali durante la masticazione e sono più convenienti delle corone in ceramica e zirconio-ceramioca altamente estetiche.

Un approccio personalizzato per la risoluzione del problema di sostituire i denti mancanti, abbiamo concluso che non esiste una risposta universale a questa domanda. Per questa decisione, è importante tenere conto delle condizioni dell'osso, dei tessuti molli nella zona in cui manca il dente, della posizione nella quale manca il dente e delle condizioni dei denti circostanti.

Un impianto è la soluzione ideale quando c'è abbastanza osso. Dopo il posizionamento dell'impianto, dopo l'osteointegrazione (collegamento dell'impianto con l'osso) e la sistemazione della corona sull'impianto, l'impianto si comporta come un dente naturale e la corona, che copia il dente naturale, viene modellata in base ai denti adiacenti. Oltre ad essere esteticamente belli, anche la cura e l'igiene orale sono facili.

Un ponte è un'opzione che raccomanderemo quando l'osso nel parte del dente che stiamo sostituendo non è sufficiente per supportare l'impianto. Per il ponte, siamo costretti a limare i denti adiacenti e dobbiamo realizzare corone in ceramica su entrambi i denti adiacenti e nell'area in cui manca il dente. Il ponte sarà anche un buon sostituto del dente mancante con le sue proprietà funzionali ed estetiche, ma se le condizioni sono ideali, preferiremmo raccomandare l'impianto. Per quanto riguarda il prezzo, ambedue le opzioni sono quasi identiche.

Inquanto avete notato che vi svegliate con una mascella dolorante e tesa al mattino, oppure il vostro partner vi ha detto che digrignate i denti durante la notte oppure che i vostri denti sono diventati ipersensibili a stimoli caldo- freddo, c'e' una grande possibilità che soffrite di bruxismo. Il bruxismo è un comportamento psicogenicamente condizionato, manifestato da serraggio dei denti stretti o persino raschiatura, con conseguente accumulo di stress o ansia. Il bruxismo si verifica in momenti di incoscienza - il più delle volte durante il sonno o in uno stato di veglia quando i nostri pensieri sono concentrati su qualcos'altro.

Il risultato è un'eccessiva usura dei denti, cambiamenti e dolore nell'articolazione della mascella e nel sistema masticatorio, tensione muscolare costante e molto spesso mal di testa e dolore al collo o all'orecchio. A lungo termine, questa condizione compromette l'armonia funzionale, distrugge permanentemente la salute dei denti e porta disagio e interruzione della concentrazione e, se non trattata, la terapia diventa più lunga, più impegnativa e più costosa.

Il bruxismo viene trattato con bite di rilassamento che vengono fatte individualmente, secondo l'impronta del paziente, e che vengono portate durante la notte, impedendo ai denti di serrarsi e raschiarsi e consentire un sonno migliore. Il bite infatti, aiuta a posizionare l'articolazione della mascella in una posizione ideale, confortevole e che consente ai muscoli del sistema masticatorio di riposare.

La visita dal odontoiatra comportano più di un controllo dentale. Sebbene i pazienti che portano la protesi mobile non debbano più preoccuparsi della carenza di salute dei loro denti, possono avere problemi di masticare oppure la protesi tende a cadere o ferite in bocca. Vi consigliamo di visitare l'odontoiatra almeno una volta all'anno e più spesso in caso di dolore o fastidio in bocca.

Un controllo della protesi è anche un'opportunità per il medico di vedere se ci sono cambiamenti nella mucosa che possono indicare la presenza di malattie - oppure potrebbe essere necessario di sostituire le protesi con nuove che si adattano meglio e quindi forniscono una migliore funzione.

TORNA SU